Costruire una macchina fotografica

Scopriamo come costruire una macchina fotografica fatta in casa, per scattare foto con un oggetto creato da noi. Materiali di recupero ci permetteranno di immortalare i momenti più belli!

Come costruire una macchina fotografica fai-da-te

costruire una Macchina fotograficaBastano dei semplici materiali e un po’ di ingegno per costruire una macchina fotografica!

Non sarà una macchina fotografica digitale di ultima generazione, ma – ancora meglio! – un’occasione per riscoprire le macchine a pellicola, quelle di primissima generazione: le macchine fotografiche a foro stenopeico. I bimbi non sanno che fino a pochi anni fa le fotografie non erano registrate su uno schermo luminoso – e facciamoglielo fare, questo salto nel passato! Costruire una macchina fotografica sarà l’occasione per scoprirne il funzionamento!

Cosa serve

  • una scatola di merendine, come quella degli oro ciok
  • un cutter
  • un rullino
  • scotch (da pacchi oppure americano)
  • scotch biadesivo
  • attack
  • una lattina
  • uno spillo
  • una molletta
  • una riga

Preparare il corpo della macchina fotografica

costruire una macchina fotografica

Il primo passo per costruire una macchina fotografica è prendere la scatola e aprirla ai lati. In altre parole, quello che ci serve della scatola è il suo cartoncino e le sue pieghe, ma non la sua struttura.

Dobbiamo poi prendere le misure affinché la scatola abbia la dimensione necessaria per diventare una macchina fotografica: useremo il rullino per prendere la misura.

Prendiamo allora il rullino e posiamolo sul lato lungo della scatola, facendone coincidere la base con lo spigolo. Con un pennarello segniamo l’altezza del rullino e tiriamo una riga fino all’altro lato della scatola. È importante fare attenzione a prendere la misura sotto il piccolo cilindro sporgente in cima: consideriamo solo il corpo principale del rullino. Ripetiamo poi il procedimento uguale sull’altra faccia della scatola.

Tagliamo ora seguendo una delle due righe, così che la scatola si possa aprire completamente. Sull’altra linea facciamo una piega, in modo che la scatola assuma la forma di un parallelepipedo (una faccia sarà molto più grande delle altre, è normale!). Fermiamoci a controllare che l’altezza coincida proprio con quella del rullino: deve starci giusto giusto, e il perno alto deve sporgere fuori (faremo un apposito buco più avanti).

Facciamo poi finta di chiudere la scatola e tagliamo via la parte in eccesso. Non buttiamola, perchè la useremo per costruire il materiale rimanente. A questo punto, dovremmo aver ottenuto un bel parallelepipedo! Assicuriamoci che, quando chiudiamo la scatola, gli angoli combacino bene fra loro. Meglio avere un po’ di cartoncino in più che non in meno!

Durante tutto il procedimento, teniamo conto che è fondamentale, quando la macchina sarà conclusa, che all’interno della scatola non filtri assolutamente la luce! Anche un solo un piccolo spiraglio renderà le foto completamente bianche!

Costruire l’interno della macchina fotografica

Ora costruiremo l’interno della macchina fotografica. In particolare, ora è il turno della componente che terrà in posizione il rullino e la pellicola su cui fare le foto.

Per farlo, usiamo il pezzo del cartoncino che era rimasto. Vogliamo ottenere una forma a capannina, come una sorta di U. Lo dobbiamo ritagliare in modo che raggiunga la dimensione adatta: l’altezza deve essere circa quella della macchina fotografica (importante non più alto), la larghezza invece minore. Facciamo solo attenzione che i gambi della capannina non arrivino fino alle alette della scatola.

Quando ci sembra di aver ottenuto la dimensione giusta, mettiamola all’interno della scatola per verificare che ci stia perfettamente e i bordi non escano fuori: facciamo la prova che la scatola si chiuda.

Sempre in quel pezzo, prendiamo in considerazione la parte rialzata e disegniamovi sopra un rettangolo non molto grande e il più centrato possibile. Le misure ideali sono 3 cm x 2 cm. Dietro questo rettangolo sarà posta la pellicola: sarà la cornice della pellicola. Ritagliamone la forma con il cutter, ma aspettiamo per ora ad incollare la sagoma alla scatola.

Ora abbiamo bisogno di aprire un passaggio per la luce sul corpo esterno della macchina fotografica. Per questo, disegniamo un quadratino piuttosto piccolo sul cartoncino della scatola, centrato rispetto allo spazio vuoto della capannina. Apriamo di nuovo anche questo quadratino con il cutter.

Dalla lattina ritagliamo ora un pezzetto. L’ideale è averne uno molto dritto, ricavato dalla superficie laterale della lattina. Deve essere un po’ più grande del quadratino che abbiamo appena realizzato sul corpo della macchina fotografica. Questo pezzetto di alluminio è molto simile alla lente degli obiettivi delle vere macchine fotografiche!

Dobbiamo poi forarlo al centro con lo spillo: questo sarà proprio il buco da cui passerà la luce, chiamato diaframma. Cerchiamo di fare un buco più piccolo e preciso possibile, senza stropicciare troppo il pezzo di lattina. Teniamolo da parte: tra poco lo incolleremo!

Costruire una macchina fotografica: assemblaggio!

Ora che disponiamo di tutti i pezzi necessari per costruire una macchina fotografica è arrivato il momento di assemblarli insieme!

Stiamo cercando di riprodurre il funzionamento di una vera macchina fotografica analogica. Queste macchine fotografiche hanno, da una parte, il rullino con la pellicola vergine, e dall’altra un cilindro attorno a cui si avvolge la pellicola usata. Quello che succede quando mandiamo avanti con la rotella è proprio che il pezzo di pellicola con la nostra foto viene avvolta attorno al rocchetto e un nuovo pezzo di pellicola vergine viene srotolata. Dobbiamo ricreare un comportamento simile! Il rullino ce l’abbiamo; simuleremo invece il rocchetto con una matita.

Creiamo allora due buchi nella parte superiore della nostra macchina fotografica: uno servirà per accogliere il perno superiore del rullino, l’altro per la matita.

Mi raccomando: bisogna prestare attenzione a posizionare i buchi in modo corretto!  Dobbiamo farli in corrispondenza delle zone laterali della capannina, che accoglieranno il rullino e la matita. Per sapere con esattezza dove fare i buchi, conviene fare uno stampo sul cartone: possiamo colorare il perno del rullino con un pennarello e stamparlo sulla parte alta della macchina fotografica semplicemente chiudendo bene la scatola.

A questo punto, per realizzarli in modo più preciso possiamo sfruttare una bucatrice, altrimenti possiamo utilizzare il cutter.

Dopo aver fatto ciò, fissiamo la capannina di cartone al suo posto nella macchina fotografica, con il nastro biadesivo, sullo stesso lato del quadratino realizzato in precedenza. Facciamo attenzione a lasciare le alette della scatola libere: ci serviranno per chiudere la scatola.

Arrivati a questo punto, saldiamo all’interno della scatola con un po’ di attack il pezzetto di lattina, e volgiamo la parte argentata verso l’esterno: dobbiamo far coincidere il buco con il centro del quadratino. Stiamo attenti, mentre lo incolliamo, a non ostruire il foro con la colla.

costruire una macchina fotografica

Siamo pronti per inserire il rullino! Srotoliamo un poco la pellicola e facciamola passare davanti alla “capannina”, fino ad arrivare dalla parte della matita. Arrivati al lato opposto, assicuriamo saldamente la pellicola alla matita: questa costituirà il perno intorno al quale si avvolgerà il rullino già utilizzato. A questo punto forziamo il perno del rullino e la matita fino ad incastrarli bene nel cartone.

Prima di chiudere la nostra macchina fotografica possiamo assicurare meglio il rullino. Attacchiamolo a lato della capannina con dello scotch (meglio uno da pacchi o americano). Eventualmente, per assicurare meglio la matita alla scatola possiamo realizzare un altro foro per farla passare anche nella faccia inferiore (in questo modo, sporgerà sia di sopra che di sotto).

Prendiamoci un istante per capire in che direzioni dovremo far girare il rullino e la matita quando vorremo fare una foto. Per facilitarci nell’utilizzo possiamo segnare delle frecce sulla scatola per stabilire il verso in cui girare la matita e, di conseguenza, avvolgere la pellicola; per srotolarla, stabiliamo il senso contrario del perno del rullino.

Siamo giunti alla vera e propria chiusura della macchina fotografica! Fissiamo con dello scotch le due facce di giunzione, cercando di creare un parallelepipedo dritto.

Ultimi ritocchi prima di scattare

Per nascondere meglio la luce possiamo creare un’ulteriore copertura di cartone, ritagliandola dal pezzo in eccesso, per lo spigolo di giunzione. Se anche questo non bastasse, si può sempre utilizzare un po’ di scotch (non trasparente) per tappare gli eventuali buchi da cui potrebbe passare la luce. Ogni macchina fotografica può avere qualche debolezza peculiare: osservate bene la vostra e cercate di individuare ogni punto in cui appare fragile o da cui sembra che la luce possa filtrare.

Arrivati a questo punto dobbiamo costruire il pulsante di scatto, ossia l’otturatore, che consisterà nel tappo copri-obbiettivo della macchina fotografica. Per fare le foto, non faremo altro che togliere il tappo, lasciare che la luce entri nella macchina fotografica per qualche secondo, e poi rimettere il tappo. Ritagliamo allora una striscia di cartone abbastanza alta da coprire il foro sul davanti, e abbastanza lunga da poter essere sfilata con facilità.

Avvolgiamola strettamente in un foglio di carta che ne sarà l’involucro e tagliamone la parte centrale, in modo da lasciare libero lo spazio dell’obbiettivo. Fissiamolo infine con lo scotch biadesivo alla scatola. Ogni volta che la macchina fotografica non sarà utilizzata sarà necessario coprirla!

A questo punto prendiamo la molletta, rompiamola in 2 o 3 parti, e inseriamone un pezzo all’interno del perno del rullino. Questo ci permetterà di srotolare il rullino dopo aver fatto una foto, e di riavvolgerlo quando lo avremo finito.

E, finalmente, possiamo chiudere la macchina fotografica! Rimbocchiamo le alette e assicuriamole per bene, aggiungendo coperture laddove necessario. Con molta delicatezza, possiamo anche disegnare qualcosa sull’esterno della macchina!

Una volta finito di costruire una macchina fotografica, potremo finalmente scoprire il risultato del nostro lavoro scattando qualche foto e, ovviamente, portando a sviluppare il rullino quando concluso!


Se sei un insegnante o un educatore, e vorresti venissimo a scuola/dal tuo gruppo per realizzare questa attività, contattaci per informazioni e per metterci d’accordo, ne saremo lietissimi!

  • Ti è stato di aiuto?
  •    No

Iscriviti alla newsletter per scoprire subito gli esperimenti futuri!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle attività proposte e sugli eventi organizzati!

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *