Esperimenti tensione superficiale: l’arcobaleno in un piatto di latte

Disegnare un arcobaleno in un piatto di latte? Ma come si fa? E senza nemmeno le tempere o i pennarelli! Basta poco per restare affascinati dal latte colorato!

L’esperimento dell’arcobaleno in un piatto di latte

Tensione superficiale esperimenti - Arcobaleno in un piatto di latteQuello dell’arcobaleno in un piatto di latte è, tra tutti, l’esperimento più bello di quelli riguardanti la tensione superficiale. Un’osservazione attenta di ciò che accade è sufficiente a capire a pieno la tensione superficiale, e fornisce spunti per parlare delle proprietà dei liquidi in maggiore dettaglio. E poi, chi non rimarrebbe ammaliato da latte colorato che vortica, si mescola e ribolle?

Materiali necessari
Piatto piano, latte, contagocce, coloranti alimentari, cotton-fioc, sapone da cucina.

Come fare
Prendi un piatto piano e ricoprine completamente la superficie di latte. Non serve sprecare troppo latte, basta che la superficie ne sia ricoperta.

Poi poni alcune gocce di colorante alimentare sulla superficie del latte. Metti tanti colori vicini tra loro, questa è la tua tavolozza! Puoi sovrapporli, accostarli… quello che vuoi!

Adesso insapona la punta del cotton-fioc con del detersivo da cucina, quello con cui lavi i piatti. In questo esperimento il cotton-fioc farà le veci del pennello!

E… intingi il cotton-fioc insaponato sulla superficie! Basta sfiorare la superficie affinché i colori fluiscano per il piatto, mescolandosi e vorticando!

Arcobaleno in un piatto di latte

Ogni ciotola darà vita a disegni diversi e speciali! Sono così tante le variabili in gioco che è impossibile riprodurre lo stesso risultato!

Spunti successivi

Abbiamo proposto di usare un cotton-fioc per inserire il sapone, ma solo perché è il metodo più comodo. Un altro metodo interessante è inzuppare un pezzo di cotone grezzo nel sapone da cucina, e poi porlo sul bordo del piatto, appena a contatto con il latte. Questo darà vita a una fonte che rilascerà il sapone in modo regolare, sempre dallo stesso punto.

Prima di buttare via il latte colorato e insaponato, c’è ancora un fenomeno fantastico che si può osservare! Se nel vostro latte c’è abbastanza sapone, è possibile produrre bolle di latte che rotolano sulla superficie e che non vengono subito riassorbite dal latte. Ci vuole un po’ di pazienza e attenzione, ma tutto quello che bisogna fare è trascinare il cotton-fioc da dentro il latte verso il fuori, un po’ come se voleste schizzare qualcuno.

La motivazione del fenomeno è che la forza di coesione del latte viene a tal punto indebolita dal sapone che, una volta che una bolla di latte viene staccata, essa preferisce quasi rimanere staccata dalla massa di latte e rotolarvi sopra che riunirsi ad essa.

L’esperimento si può anche sfruttare come un momento di espressione artistica: oltre all’arcobaleno in un piatto di latte, si può proporre di «disegnare» una girandola colorata, una tempesta, ecc.

Spiegazione del fenomeno

Vuoi sapere cosa succede durante l’esperimento? Guarda la pagina di spiegazione della tensione superficiale!

Hai provato l’esperimento del latte colorato e vuoi dirci come è andata? Lascia un commento qui sotto!


Se sei un insegnante o un educatore, e vorresti venissimo a scuola/dal tuo gruppo per realizzare questa attività, contattaci per informazioni e per metterci d’accordo, ne saremo lietissimi!

  • Ti è stato di aiuto?
  •    No

Iscriviti alla newsletter per scoprire subito gli esperimenti futuri!

Iscriviti alla nostra newsletter per essere sempre aggiornato sulle attività proposte e sugli eventi organizzati!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *